INGER LORRE

di rocketsurgerywebzine

English version of the interview available at bottom of the page.

intervista: Luca Giorietto, collaborazione alla traduzione: Donata Napoli

Inger Lorre, leader dei Nymphs, è stata una delle figure più famose nella scena rock (a partire da quella di Los Angeles) tra la fine degli anni Ottanta e l’inizio dei Novanta. La sua band firmò per la Geffen (etichetta che poco dopo avrebbe messo sotto contratto anche i Nirvana e altre band). I Nymphs, assieme ad altri artisti come i Jane’s Addiction, sono stati i padri della scena alternativa prima dell’esplosione del grunge. Dopo il loro scioglimento e un lungo periodo di assenza, Inger è tornata sulle scene nel 1999 con l’album solista intitolato Transcendental Medication. Uno dei suoi colleghi, Eric Avery dei Jane’s Addiction (già da noi precedentemente intervistato) ha detto di lei: “Inger Lorre è la versione femminile di Perry Farrell. Era molto teatrale, una vera padrona dello show. Sono entrambi fatti dello stesso stampo…”. Note sono le collaborazioni di Inger con Henry Rollins dei Black Flag, il suo amico Jeff Buckley e Iggy Pop. Buckley inoltre fece una cover di un brano del disco di Inger intitolato “A Yard of Blonde Girls” che è stata inserita nel disco postumo Sketches ( For My Sweetheart The Drunk). Nel 2004 è tornata di nuovo in scena per alcuni live ma nel futuro non è prevista alcuna reunion dei Nymphs. In esclusiva per Rocket Surgery, Inger ha deciso di rivelare per la prima volta che il suo nuovo progetto si chiama Inger Lorre’s High Flyers e prevederà un tour europeo nella primavera del 2012. Questa la lineup ufficiale:

Inger Lorre: voce (Nymphs)

Xander Smith: chitarra (Elton John)

Tommy Black: basso (Velvet Revolver)

Steve Geiger: chitarra (Goldfinger)

DH Pelligro: batteria (Dead Kennedys & Red Hot Chili Peppers)

Dopo alcune conversazioni telefoniche e mail questo è quanto ci ha rilasciato. Ringrazio lei e Steve Geiger per la  gentilezza.

pic by Merri Cyr

Come si è formata la band (i Nymphs, ndt) a metà degli anni Ottanta? Come vi siete conosciuti?

Mi trasferii a Los Angeles con il mio migliore amico Bobby Belltower e altri tre ragazzi del New Jersey di cui non dirò i nomi perché erano dei vigliacchi …era il 1987.  Dei tre membri che non ho nominato, uno perse la madre, un altro la fidanzata e il terzo si scoraggiò per non aver ragiunto l’obiettivo di dominare il mondo in trenta giorni. Così restammo solo io e Bobby qui a Los Angeles. Ebbi seri problemi a trovare ragazzi che prendevano sul serio il mio desiderio di suonare musica super tosta.  Dopo venti o trenta di cosiddette audizioni professionali e alcuni incidenti con ragazzi che volevano suonare con me per imotivi sbagliati, ah ah, alla fine decisi di cercare pochi veri amici e insegnare loro a suonare gli strumenti. Alex Kirst, il nostro batterista, era l’unico già istruito.

Perché all’epoca del vostro primo e unico album uscito per la Geffen ti sei scagliata contro la casa discografica per la distribuzione del disco? All’epoca per i singoli tratti da quel lavoro furono realizzati diversi videoclip in rotazione sui canali musicali, inoltre ci fu un cameo nel film Cattive Compagnie (Bad Influence, film del 1990 con Rob Lowe e James Spader)… mi sembra che per una band al primo album la pubblicità non mancasse… cosa ha sbagliato realmente la Geffen? …E’ vero che hai urinato sulla scrivania di uno di questi potenti manager?

Il dramma Geffen non ebbe nulla a che vedere con la distribuzione, ma tutto ebbe a che fare con un basso, grasso, piccolo uomo affamato di potere che aveva il completo controllo della mia carriera e anche della mia vita personale in quel periodo. Mi toccava e molestava costantemente e aveva tutta una serie di comportamenti sconvenienti. Il disaccordo con la Geffen non ebbe nulla a che fare con David Geffen (che era piuttosto gentile con me), il mio problema era che avevo firmato un contratto per fare musica con un uomo che lavorava sotto David Geffen che, pensavo, volesse davvero fare musica con me ma che in realtà voleva solo che io fossi la sua fidanzata. Ogni qual volta chiedevo “Ma quando facciamo il disco?”, lui rispondeva “E tu quando diventi la mia fidanzata?” e sì, questo stesso uomo… fanculo…il suo nome è Tom Zutaut!!! …Fu lui il destinatario di questa “pisciata conosciuta in tutto il mondo”.

Ho letto che l’album all’inizio sarebbe dovuto uscire con la Triple X Records di Los Angeles. Se tu potessi tornare indietro, firmeresti ancora con la Geffen? O firmeresti con la Geffen ma dettando migliori condizioni?

Se potessi tornare indietro e rifare tutto, rimarrei sicuramente con la Triple X. Loro avevano fatto dischi con i Jane’s Addiction (che erano amici dei NYMPHS e avevano suonato molti concerti insieme a noi) e anche con i Gun Club. Erano una buona piccola etichetta punk e nient’altro che perfetti gentiluomini. Ma poiché mia madre mi aveva sempre ferito dicendomi “ Cosa ti fa pensare di poter mai diventare una musicista di successo??? C’è una possibilità su un milione, non accadrà mai!!!”, la sua mancanza di fiducia in me e l’assenza di supporto erano più che estreme… sprecò decine di migliaia di dollari per farmi vedere da uno psichiatra infantile (avevo circa quattordici anni) e se ne stava lì, con le braccia incrociate, arrabbiata e diceva al dottore “Alcuni pensano di essere Gesù e hanno illusioni di grandezza. Bene, mia figlia pensa di diventare una rockstar! Per favore le dica che è pazza, dottore!!” Così, anche se sentii che l’accordo da un milione di dollari con la Geffen era “troppo e troppo presto”, presi il contratto da un milione di dollari e incassai l’assegno, poi inviai una copia del contratto a mia madre con una lettera in cui le chiedevo “Chi è pazza adesso?? Allora, mamma???” Lei ancora adesso non ci arriva. Non crede nel talento, anche se è una delle più talentuose pittrici che il mondo abbia mai conosciuto!!! Mi rispose che avevo solo avuto fortuna, si, alla Triple X saremmo stati coccolati e non ci sarebbe stata quell’esposizione a quell’assurda manifestazione di potere sessuale.

Come mai non hai pensato a dare un seguito ai Nymphs dopo la rottura con la Geffen negli anni Novanta? Ho letto che ci potrebbe essere una reunion, puoi parlarci di ciò a cui stai lavorando?

L’intero incubo misogino della casa discografica mi lasciò stanca, sporca, violentata e usata e fece tornare ossessioni legate ad abusi subiti da bambina, spingendomi verso un esaurimento e un periodo autodistruttivo. Questo unito al fatto di aver perso il mio fidanzato per overdose un paio di mesi prima, mentre i capi dell’etichetta mi venivano a trascinare fuori dal letto per andare ad aprire un concerto di Lenny Kravitz. (chiedo scusa ad ogni fan per essere testimone in questo momento di questa spirale verso il baratro e di questo fallimento!!!) In onore del mio grande amico e compagno di band Alex Kirst non ci saranno ulteriori discussioni su una reunion dei Nymphs. Sono concentrata al 100% sul futuro, ma in memoria dell’incredibile, raro e unico talento di Alex suoneremo alcune delle canzoni dei Nymphs in cui è presente il suo modo “ultraterreno” di suonare.

Com’è nata la collaborazione con Iggy Pop per il brano Supersonic?

Un fan si presentò dopo un concerto dei Nymphs al The Palace (l’Avalon, ndt) a Hollywood. Pensai che sembrava la versione più alta di Iggy Pop così fu invitato all’after party a casa mia. Non appena arrivato, vide un mucchio di nastri di Iggy sul mio stereo e disse “Wow, immagino ti piaccia la musica di mio padre”. Dissi in maniera irritata “Hey ragazzo, fammi rilassare, se è davvero tuo padre perché non lo chiami subito.” Così lui fece il numero e rispose la voce inconfondibile di Iggy… “Pronto?” Impazzii e gli saltai addosso. Le mie successive parole furono “Ragazzo devi dare a tuo padre il nostro demo tape! Hai appena visto il nostro show e sai che spacchiamo il culo!!!” Poi, un paio di settimane dopo, un mio amico attore che era parte della popolare serie televisiva 21 Jump Street (serie poliziesca del 1987 trasmessa dalla Fox, ndt) con Johnny Depp, stava parlando di quanto Depp fosse appassionato di musica e del fatto che avesse ottenuto il ruolo protagonista in un nuovo film (Cry Baby film del 1990, ndt), in cui Iggy avrebbe interpretato la parte di suo padre, quindi dissi al mio amico attore di dare a Johnny Depp un mio demo da passare a sua volta a Iggy e dirgli quanto fossero forti i Nymphs, tanto che era necessario che lui fosse nel nostro nuovo disco!!! Non appena cominciammo le registrazioni alla Geffen chiesero: “C’è qualcuno nella musica rock con cui hai sempre sognato di suonare?” Non esitai a rispondere “Sin da quando avevo quattordici anni ho sempre sognato di lavorare con Iggy Pop di cui avevo i poster sulle pareti”. Quando Iggy fu chiamato, si ricordò del demo ricevuto sia da suo figlio che da Johnny Depp, la cosa lo colpì e accettò di lavorare con me su Supersonic. Fu abbastanza divertente il fatto che si sorprese di trovare una ragazza come cantante, mentre dal demo aveva immaginato fosse una voce maschile. Tutto il resto è storia del rock and roll.

Com’è nato il tuo album solista? …E’ vero che alcune canzoni furono tagliate dal disco (dopo la morte di Jeff Buckley) perché includevano la sua collaborazione?

Il mio disco solista è nato da nove mesi di intenso dolore, quasi come avere un bambino… si, Jeff Buckley canta tutte le parti basse, il che è molto raro poiché lui cantava principalmente in quella sua inconfondibile, bellissima, angelica voce in falsetto per la quale è così conosciuto, come in Thief without the take (è stato uno dei miei più cari amici oltre a essere stato un collaboratore nell’ambito musicale). Ero incaricata di controllare il suo appartamento a New York ogni qual volta partiva per un tour o per registrare in giro nel mondo. Fu così eccitato di cantare con una voce bassa e maschile per una volta (ha ha)… una battuta. Per motivi legali non posso commentare su nessun intervento che Jeff può aver o non aver fatto sul mio album da solista. Nota: ai veri devoti fan di Inger Lorre, quello che è stato il contributo di Jeff al mio disco è spiegato perfettamente nel brano Devil’s Priest attraverso tecniche di mascheramento… riproducete la canzone al contrario, il segreto sta nell’ultimo ritornello e nelle voci del coro.

Hai mai considerato l’idea di un nuovo album solista?

In qualunque momento in futuro, potrei decidere di prendere un violoncello, un piano, un sassofono, una chitarra, un sitar o un flauto (sempre che quel giorno mio marito si sarà fatto la doccia) ha ha ha!!! …e far sapere al mondo che, sì, sono io che scrivo queste canzoni, dannazione!! Musica e testi, figli di puttana!!!
Ma proprio in questo momento mi sto divertendo molto a scrivere musica con la mia nuova band (Inger Lorre’s high flyers) che potrete vedere e sentire forte dal vivo in Europa nella primavera del 2012.

Mi piace molto la grafica dei tuoi due album. Fu opera tua o ci fu l’influenza della Geffen? E come è nata la collaborazione con Mark Ryden per Transcendental Medication?

Ho frequentato una scuola professionale di fumetto e la grafica dell’album dei Nymphs è stata completamente una idea mia e una mia realizzazione. Ho fatto le parti a matita e inchiostro, mentre la coloritura (viola e giallo) è stata fatta dal mio amico animatore Craig Clark (guardate il suo lavoro su YouTube, digitando: Nymphs Allright remix 2011). Sono sempre stata una fan di Mark Ryden e ho seguito la sua carriera dal suo lavoro per Ringo Starr fino a quello per le copertine di Michael Jackson… è stato un grande onore e anche un “colpo” quando il mio amico Long Gone John (il proprietario dell’etichetta Sympathy For The Record Industry) mi ha detto che Mark Ryden era il suo migliore amico. John era un grande collezionista dei lavori di Mark e non appena ho avuto modo di vedere da vicino i suoi dipinti, ho subito capito che dovevo incontrarlo e che doveva fare la copertina del mio disco. Quindi John mi avvertì che il prezzo di Mark era da trenta a ottanta mila dollari a copertina! …(nessuna meraviglia che bisognasse essere un membro dei Beatles o Michael Jackson per potersi permettere questo straordinario artista) e quando stavo per perdere ogni speranza, John disse che avrebbe passato le registrazioni finali a Mark, poiché per talune band (come ad esempio gli SCARLING) (band di rock alternativo della scena di L.A., ndt) di cui Mark davvero apprezzava la musica, …avrebbe fatto la copertina gratuitamente… immaginate la mia sorpresa quando, circa un mese dopo, mi è arrivato un grande pacco di litografie originali di Mark Ryden, …con una nota molto modesta di Mark che diceva: “Non so se ti piacerà anche solo uno di questi lavori, …ma se così fosse, …allora avrai il mio pieno permesso per utilizzarli come preferisci”, e sono quasi svenuta. E ora Mark e sua moglie, Marion Peck, sono due dei miei più cari amici, e conosco tutti i sette fratelli e sorelle Ryden. (Tutti e sette erano nel backstage quando ho suonato alla cerimonia per la stella sull’Hollywood Boulevard assegnata al famoso DJ Rodney Bingenhiemers, con Redd Kross e le Donnas). Sono una proprietaria orgogliosissima di un paio di originali di KRK Ryden (il fratello maggiore di Mark, anche lui artista, che ha insegnato a Mark come disegnare, che Mark adora e da cui è stato altamente influenzato. Cercate tutti i lavori di KRK Ryden sul web!!!!! Cercatelo su Facebook e ditegli che vi manda Inger!!!!).

Diversi anni fa eri amica di Courtney Love, poi l’amicizia è finita e le hai dedicato il brano She’s not your friend. A distanza di tempo, puoi spiegarci, se vuoi, cosa è accaduto veramente e quanto di questa storia è solo una leggenda? Cosa pensi di quello che è diventata lei? 

Per il mio grande rispetto nei confronti di Frances Bean Cobain (figlia di Kurt Cobain e Courtney Love, ndt.) con cui ho lavorato alla galleria La Luz de Jesus… (lei è una grande musicista come il mondo prima o poi, avrà modo di scoprire) manterrò un riserbo rispettoso per quanto riguarda la domanda su Courtney. Mi dispiace e ti ringrazio per la comprensione.

Con quale musica sei cresciuta? Cosa ascolti al momento?

Aerosmith, Black Sabbath, Patti Smith, Sex Pistols, 999, Stranglers, Only Ones, Cure (solo nel periodo di Pornography), Siouxie and the Banshees, Gun Club, Tex and the Horseheads, 45 Grave, Circle Jerks, Birthday Party, Nick Cave, Leonard Cohen, Einsturzende Neubauten, Kraftwerk, Black Flag, David Bowie, Misfits, Nina Hagen, Tube e Captain Beefheart sono stati i miei preferiti durante la mia adolescenza… ascolto musica ogni giorno, ma ho centinaia di altri artisti preferiti, troppi per farne un elenco. Al momento io e Steven ascoltiamo in heavy rotation i Black Angels, Blackheart Procession, Stevie Wonder, Otis Redding, Vic Chestnutt (Per favore cercate tutti questo artista!!! Si è suicidato l’anno scorso. Divenne disabile a causa di un incidente, questo artista farà sentire qualunque musicista senza disabilità uno stronzo pigro e apatico!!!!!) Ascolto molto anche Diamanda Galas, Elliott Smith e PJ Harvey.

Una domanda di rito: cosa pensi della scena musicale degli ultimi dieci anni? 

Fa schifo!!!

Vedrà mai la luce il documentario Hooked on a feeling? (se ne trova un trailer in rete)

Non lo so, devi chiedere al regista, Mr. Greg Gibbs. Cercalo su Facebook e chiedigli com’è finita con il film. Ammetto che non è stato facile per me essere seguita da una persona con una macchina da ripresa… Non capisco come facciano tutte queste “stelle” dei reality a sopportare questa merda!!!

________________________________________________________________________

ENGLISH

Inger Lorre, leader of the Nymphs, was one of the most famous figures in the rock scene (from Los Angeles) in the late Eighties and early Nineties. Her band signed to Geffen (a label that would soon put Nirvana under contract as well as other bands). The Nymphs, along with other artists such as Jane’s Addiction, were the fathers of the alternative scene before the explosion of grunge. After their break-up and a long period of absence, Inger came again on the scene in 1999 with a solo album entitled “Transcendental Medication”. One of his colleagues, Eric Avery of Jane’s Addiction (previously interviewed for our webzine) said of her: “Inger Lorre is the female version of Perry Farrell. She was very theatrical, a real show person… they were cut from the same mould”. She collaborated with Henry Rollins of Black Flag, her friend Jeff Buckley and Iggy Pop. Buckley also did a cover of one of her songs entitled “A Yard of Blonde Girls” which was released on the posthumous record “Sketches ( For My Sweetheart The Drunk)”. In 2004 she returned back on stage for some gigs but there is no Nymphs reunion in the future. Through Rocket Surgery Inger reveales an exclusive news: her new musical project is called Inger Lorre’s High Flyers and will be touring Europe in spring 2012. This is the line-up: 

Inger Lorre: voice (Nymphs)

Xander Smith: guitar (Elton John)

Tommy Black: bass (Velvet Revolver)

Steve Geiger: guitar (Goldfinger)

DH Pelligro: drums (Dead Kennedys & Red Hot Chili Peppers)

After a few phone conversations and email this is what we talked about. I thank Inger Lorre and Steve Geiger for the kindness.

How was the band (the Nymphs, ndt) formed in the mid Eighties? How did you know each other?

I moved out to L.A. with my best friend Bobby Belltower and three other guys from New Jersey whom will remain nameless because they were pussies… this is 1987.  Of the three unnamed band members one missed his mom, one missed his girlfriend and one got discouraged after not accomplishing world domination in thirty days. That left only Bobby and I out here in L.A.. I had a very difficult time finding guys who would take me seriously for wanting to play super heavy music.  After twenty or thirty so called professional auditions and many mishaps with guys wanting to play with me for all the wrong reasons ha ha. I finally just decided to find a few real friends and teach them how to play their instruments. Alex Kirst our drummer was the only trained musician.

Why at the time of your first and only album released by Geffen you were against the record company about the album distribution? At the time there were various videoclips in rotation on music channels, and you also did a cameo in the film Bad Influence… for a brand new band I always thought that there was a good promotion… in what the Geffen really was wrong? …Is it true that you urinated on the desk of one of these powerful managers?

The Geffen drama had nothing to do with distribution, and everything to do with a short, fat, power hungry little man who had complete control of my career and even my personal life at the time. He was constantly touching me & groping me and doing all sorts of inapproriate behaviors. The Geffen “disagreement” had nothing at all to do with David Geffen (who was actually quite kind to me) my problem was that I signed a contract to make music with a man who worked beneath David Geffen who I thought wanted to make real music with me, but he actually just wanted me to just be his girlfriend. Every time I asked “When are we going to make the record??” he would answer: ” When are you going to be my girlfriend?” and yes, this very same man… fuck it… his name is Tom Zutaut!!! He was on the receiving end of “The piss heard around the world”.

I read that the album would have been released for the Triple X Records of LA at the beginning. If I could go back, would you sign again for Geffen? Or you would sign again for Geffen but writing better conditions?

If I could go back and do it again, I would have definitely stayed on Triple X. They had done records with Jane’s Addiction (who were friends with the NYMPHS & played many shows together) and also the Gun Club. They were a good little punk label and never anything but perfect gentlemen. But since my mother would always taunt me with the words “What makes you think that you could ever be a successful musician??? That’s one in a million it’s never going to happen!!!” Her disbelief in me, and lack of support were beyond extreme… she actuallly wasted tens of thousands of dollars accompanying me to see the child psychiatrist (this was when I was about fourteen years old) and she would sit there with her arms folded in anger, and say “Doctor “X” some people think they are Jesus, having delusions of grandeur. Well, my daughter thinks she’s going to be a rock star! Please tell her she is crazy doctor!!”  So even though I felt the whole million dollar record deal with Geffen was “too much too soon” I took the million dollar contract, and cashed the check, then sent mom a copy of my Geffen contract with a cover letter saying “Who’s crazy now?? Huh mom???” She still doesn’t get it. She doesn’t believe in talent even though she is one of the most talented painters the world has ever seen!!!  She told me I just got “lucky” yeah, we would have been nurtured and none of that weird sexual power tripping would have gone down on Triple X.

How come you did not think to a follow up to the Nymphs after the break with Geffen in the Nineties? I read that there should be is a real reunion, you can talk about what you’re working?

The entire mysogynistic major label nightmare left me feeling tired, dirty, raped and used and brought back haunting memories of previous childhood abuses that led to my complete breakdown and lengthy period of self destruction. That coupled with the fact of losing my fiance just months before to drug overdose while the powers that be at the label dragged me from my mourning bed up on stage to open for Lenny Kravitz. (Sorry to any fans for having to witness my downward spiral and complete demise!!!) In honor of my beautiful friend and fellow bandmate Alex Kirst there will be no further discussion of any sort of Nymphs reunion. I am 100% fully focused on the future but in loving memory of Alex’s incredible, rare, and once in a lifetime talent we will still be performing certain Nymphs songs that feature Alex’s otherworldly drumming.

How did the collaboration with Iggy Pop for the song Supersonic start?

A fan introduced himself to me at a Nymphs show at the palace in Hollywood. I thought he looked like a tall version of Iggy Pop so he got invited to my band’s after party at my apartment. Once everyone arrived he saw a bunch of Iggy tapes on top of my boombox and said “Wow I guess you’re into my dad’s music”.  I said somewhat irritatedly “Hey kid gimme a break if he’s really your dad why don’t you give him a call right now”. So he dialed the phone and Iggy’s unmistakeable voice answered… “Hello?” I immediately freaked out and hung up on him. The next words out of my mouth were “Dude you have to give your dad our demo tape! You just saw our show and you know we kick so much ass!!!” Then a couple weeks later an actor friend of mine who was on the popular tv show “21 Jump Street” featuring Johnny Depp was talking about how much Depp was such a huge music fan and that he had just got the lead role in a new movie (Cry Baby) where Iggy was to play his father, so I told my actor friend to get Johnny Depp to give Iggy my demo and tell him you know that the NYMPHS kick sooo much ass that he needs to be on our new record!!! As we started the recording process the Geffen executives asked me: “Is there anyone in rock music that you have ever dreamed of working with?” I did not hesitate to say “I have only been dreaming of working with Iggy Pop since I was fourteen years old and had his poster on my wall as a teenager”. When Iggy got the call he remembered that he got our demo from his son and from Johnny Depp so it made some kind of impression on him and he agreed to work with me on Supersonic. Funny enough he was shocked to find a girl singer as he thought from the demo that I was a guy singer. All the rest is rock and roll history.

How was your solo album born? …Is it true that some of the songs were cut from the record (after Jeff’s death) since included the collaboration with Jeff Buckley?

My solo record was born from nine months of intense pain just like having a baby…  yes that is Jeff Buckley singing all the low parts which was very rare as he mostly sang in that unmistakeable, beautiful, angelic falsetto high voice that he is so known for on Thief without the take (who was one of my dearest friends besides just being a musical collaborator). I was intrusted to watch his apartment in New York everytime Jeff left to tour and record around the world. He was so excited to sing in a manly low voice for once (ha ha) inside joke. For legal reasons I cannot comment on any work Jeff may or may not have done on my solo record.

Note: for the truely dedicated Inger Lorre fans, what Jeff’s contribution to my record was is completely spelled out in the song Devil’s Priest thru backwards masking technique… play the song backwards the secret is in the very last chorus with the choir voices.

Have you ever considered the idea of a new solo album?

At any time in the future I may decide to pick up a cello, piano, saxaphone, guitar, sitar or skin flute (as long as my husband has showered that day) ha ha ha!!! And let the world know that yes it was me that writes these songs damn it!!! Music and lyrics motherfuckers!!! But right now I’m having too much fun writing songs with my new band: (Inger Lorre’s high flyers) which you will be seeing live and loud in Europe spring 2012.

I really like the graphic artwork of your two albums. Did you work for it or there was the influence of Geffen? And how did the collaboration with Mark Ryden start for Transcendental Medication?

I went to a professional cartooning school and the Nymphs album artwork was completely my concept and from my own hand. I did both the pencils and the inks for the cover. the colorization (purple and yellow) was done by my animator friend Craig Clark. Check out his work on youtube (type in: Nymphs Alright remix 2011).  I have always been a huge Mark Ryden fan and have followed his career and work from Ringo Starr to his work on the Michael Jackson album covers… it was a huge honor and quite a coup’ when my friend Long Gone John (the owner of the boutique label Sympathy For The Record Industry) told me Mark Ryden was his best friend. John was a big collector of Mark Ryden’s work and once I saw these paintings from an inch away I just knew I had to meet this genius and that Mark Ryden had to do my album cover. Then John told me that Mark charged from thirty to eighty thousand dollars a cover! (no wonder you had to be a member of the Beatles or Michael Jackson to afford this amazing artist) and iust as I was losing all hope, John said he would pass the finished album recording over to Mark, and he told me that for certain bands (namely Scarling), that if Mark really liked the music, …he would do a cover for free… imagine my surprise when a big package of original Mark Ryden lithographs arrived in my mail about a month later, …with a very humble note from Mark, saying: “I dont know if you even like any of these paintings, …but if you do …then you have my full permission to use them as you’d like”, I almost fainted. And now Mark and his wife Marion Peck are two of my dearest friends, and I know all of his seven Ryden brothers and sisters too. (All seven Ryden’s were backstage when I played for the famous DJ Rodney Bingenhiemers ceremony for getting a star on Hollywood blvd with Redd Kross and the Donnas. I am also the very proud owner of a couple of KRK Ryden originals (Marks older artist brother, who taught him to draw whom Mark worships and was highly influenced by (check out KRK Ryden’s art on the web everybody!!!!! Hit him up on facebook and tell him Inger sent you!!!!)

Many years ago you were friend with Courtney Love, then the friendship was over and you dedicated the song She’s not your friend to her. Years after, can you explain, if you want, what really happened and how much of the story is legend? What do you think of what she achieved today?

Out of my great respect for Frances Bean Cobain whom I worked with at La Luz de Jesus Gallery… (she is a great musician in her own right as the world will know someday) I will respectfully reserve my thoughts regarding the question pertaining to Courtney. Sorry about this and thank you for your understanding.

With what music did you grow up? What are you listening to at the moment?

Aerosmith, Black Sabbath, Patti Smith, Sex Pistols, 999, the Stranglers, the Only Ones, the Cure (Pornography period only), Siouxie and the Banshees, the Gun Club, Tex and the Horseheads, 45 Grave, Circle Jerks, the Birthday Party, Nick Cave, Leonard Cohen, Einsturzende Neubauten, Kraftwerk, Black Flag, David Bowie, the Misfits, Nina Hagen, the Tubes, & Captain Beefheart were my main childhood favorites… everday listening music but I have hundreds of other favorite artists too numerous to mention. Right now Steven and I have been listening to a heavy rotation of the Black Angels, the Blackheart Procession, Stevie Wonder, Otis Redding, Vic Chestnutt (Please check this artist out eveyone!!!!!!! He committed suicide just last year. For a handicapped stroke victim this artist will make any musician without disabilities feel like a lazy slacker asshole !!!!!) I also listen to a lot of Diamanda Galas, Elliot Smith and PJ Harvey.

A ritual question: what do you think of the music scene of the last ten years?

It sucks!!!

Will the documentary Hooked on a feeling ever see the light? (it was released a movie trailer on the net) 

I don’t know, you will have to ask the director Mr. Greg Gibbs. Hit him up on Facebook and ask him what’s up with the movie. (I admit I had a very difficult time being followed around by a person holding a camera) I don’t know all these reality show “stars” can deal with that sort of shit!!!