BRIAN KALDORF

di rocketsurgerywebzine

English version of the interview available at bottom of the page.

intervista: Giovanni Masi, collaborazione alla traduzione: Donata Napoli

Fotografo freelance di Pittsburgh,con particolare attenzione alla fotografia pubblicitaria, illustrazione fotografica e ritratti creativi.

official website: briankaldorf.com

facebook: briankaldorfphotography

twitter: bkaldorf

 Quando ritrai qualcuno, metti un pò della loro personalità nel ritratto?

Assolutamente, provo a incorporare nell’immagine un pò della personalità del soggetto. Parecchie volte riesco a far combaciare bene il soggetto con la mia idea. Se avverto che la personalità della persona non si addice alla mia idea, cerco un’altra persona che funzioni meglio. Tutto questo serve a rendere più credibile il lavoro finale.

 Sei un fotografo autodidatta o hai avuto un mentore che ti ha insegnato ?

Ho iniziato imparando da solo le basi della fotografia, per poi passare a un insegnamento ufficiale frequentando una scuola di fotografia. Ho avuto un paio di mentori lungo il mio cammino che hanno contribuito sia dal punto di vista creativo che da quello della gestione della mia attività.

 Quale fotografo ha particolarmente influenzato il tuo lavoro?

Mi piace il lavoro di Dave Hill, le sue cose sono molto in linea con quello che sto facendo. Mi piacciono anche Roger Hagadone, Nick Vedros, Hunter Freeman, ecc.. Questi ragazzi stanno tutti facendo un gran lavoro di illustrazione fotografica.

 Quando hai un’idea brillante, qual è la prima cosa che fai di solito?

Disegnare, disegnare, disegnare! Ho sempre i miei progetti disegnati sia su carta che digitalmente, prima che li dimentichi! Ho un’applicazione sul mio ipad che mi permette di elaborare i concetti al volo, il che è molto utile.

Quanto è importante Photoshop per le tue l’immagini finali? E qual è lo strumento di Photoshop, plug-in, ecc, che utilizzi di più?

Photoshop è molto importante per il tipo di lavoro che faccio io. Molte delle mie immagini non possono essere realizzate rimanendo entro il budget di cui dispongo oppure rompono i confini della realtà, pertanto è essenziale essere in grado di fare un po’ di questa roba in digitale usando Photoshop. Direi che il 50% del mio lavoro viene realizzato in postproduzione e non potrei mai realizzarlo solo con la macchina fotografica.

 Mentre stai scattando, qual è la tua più grande paura?

Bella domanda. Dovrei dire perdere quella creatività immaginativa che noi fotografi con fatica abbiamo raggiunto. Se non hai la visione di come il tuo lavoro vuoi che appaia, allora otterai una foto mediocre come tante altre.

 Di quale attrezzatura non potresti fare a meno?

Probabilmente le mie fotocamere. Fotografo solo con Canon (5dmk2) e sono molto soddisfatto di come si sono comportate.

 Ci puoi parlare del tuo lavoro Down the Rabbit Hole?

Certo, era un progetto che avevo in mente da tanto tempo. Semplicemente non avevo le competenze giuste per tirare fuori la visione che avevo nella mia testa. Dopo aver a lungo spremuto il cervello su come avrei potuto fare, ho capito che avevo solo bisogno di oggetti di scena, talento, ecc, per completare la storia.

Ci sono momenti in cui tutti mi dicono che la foto è bella ma io non sono soddisfatto. Come fai a sapere che una foto è veramente ben riuscita o che sia finita?

Quando inizio a peggiorare l’immagine più che migliorarla! Spesso mi fermo e non lavoro più su un’immagine per un giorno o due, torno poi a rivederla con occhi freschi, per capire bene se è finita o no. Nove volte su dieci non aggiungo altro.

 Quali sono le immagini che preferisci tra quelle scattate recentemente? Ci puoi descrivere la loro creazione in quanto a posizione, illuminazione, composizione, impostazioni della fotocamera, ecc.?

Posso dire che lo scatto del falò è una delle mie foto preferite ultimamente. Avevo questa idea che scalciava nel mio cervello da un po’ di tempo. La maggior parte dell’immagine è stata creata in studio, abbiamo effettivamente ricreato un falò all’interno, coperto di terra, tronchi, foglie, ecc. L’illuminazione è stata complicata perché abbiamo dovuto nascondere i flash all’interno della scena, mettendo i soggetti in evidenza.

 Fai qualche disegno o qualche bozza prima di realizzare un lavoro di immagine/illustrazione?

Faccio sempre un disegno sul mio ipad prima di farlo a mano, solo per vedere se ha un senso visivo.

 A quali progetti stai lavorando ultimamente?

Al momento sto lavorando a un sito attraverso cui vendere stampe delle mie immagini. Si chiama photogrifyme. Mi piacerebbe che diventasse una sorta di consorzio attraverso cui vendere bei lavori fotografici, non solo i miei.

_________________________________________________________________________

ENGLISH

Freelance Pittsburgh photographer with a focus on product photography,photo illustration, and creative portraiture.

When you do a portrait of someone, do you put a bit of their personality in it?

Absolutely. I try to incorporate a little bit of personality of whomever it is I’m shooting into the image. A lot of the times I do my best to match up the concept with a particular person. If I don’t feel the person’s personality is right for the idea, I try and find someone else who will work. It really is all done for the benefit of the final image.

Are you a self taught photographer or did you have a mentor that showed you the ropes?

I started teaching myself some of the basics of photography and then I moved on to a formal university education. I did have a few mentors along the way who were instrumental in both my creativity and how I run my business.

Which particular photographer or artist inspire your works? 

I like what Dave Hill has accomplished, his stuff is really in line with what I’m doing. I also like Roger Hagadone, Nick Vedros, Hunter Freeman, etc. These guys are all doing some really great photo illustration work.

When you have a great idea, what is the first thing you usually do?

Draw, draw, draw! I always draft up a concept either on paper or digitally before I forget it! I have an app on my ipad that allows me to draw up concepts on the fly which is very helpful.

How important is Photoshop for your final image? And what is the Photoshop tool, plug-in, etc., you use the most? 

Photoshop is very important for my particular style of work. A lot of the images that I do are not possible to create within the given budget or they break the boundaries of reality, therefore it is essential to be able to do some of this stuff digitally in photoshop. I’d say over 50% of my work is made up of compositing and I can’t do that in camera.

During a photoshooting, what is your greatest fear?

Good question, I’d have to say losing that creative vision that we as photographers strive so hard to hone in on. If you don’t have a vision of what you want your work to look like, then it really just gets lumped in with a lot of other mediocre photography.

 Which item of equipment would you say is the most important to you?

Probably my cameras. I shoot all Canon (5dmk2’s) and I’ve been very happy with how they have performed.

Could you talk about your personal work Down the Rabbit Hole?

Sure, it was a project that I had wanted to do for the longest time, I just didn’t have the competency to really pull off the vision I had in my head. Once I wrapped my brain around how I could do it was just a matter of getting the necessary wardrobe, props, talent, etc. to complement the story.

There are times when everyone is telling me that a picture is good, but I am not satisfied with it. How do you know that a photo is really good or that is finished?

When I start making it look worse than better! A lot of the time, I’ll stop working on a picture for a day or two and come back to it with a fresh set of eyes to really see if it’s finished or not. 9 times out of 10, I don’t do anything further to it.

What are the favourite images you have shot recently? Can you describe their creation in regards to location, lighting, composition, camera settings, etc.?

I would say the campfire shot is one of my favorites. I have had that one kicking around in my brain for a while. The majority of it was created in studio. We actually recreated a whole campfire scene indoors with ground cover, logs, leaves, etc. The lighting was complicated because we had to hide the strobes within the existing scene but yet still highlight the subjects.

Do you sketch or draw a rough copy prior to shoot a conceptual/illustrative work?

I almost always sketch out a rough drawing before hand on my ipad, just to see if it makes sense visually.

What projects are you currently working on?

Right now I’m working on subsidiary website that will offer prints for sale of my work. It’s called photogrifyme. Eventually I would like for it to be a consortium of great photography work, not just my own.